Propellerhead Reason

Ξ 119 visualizzazioni Ξ I commenti sono disabilitati

[Reason 3.0] Primi Passi

posted by VMStaff

Cos’è Reason 3.0
Reason è un rivoluzionario sistema a moduli tipo rack dedicato alla creazione musicale in ogni suo aspetto. In una sola piattaforma di lavoro avremo numerosissimi strumenti da suonare e far interagire tra loro attraverso un sistema di cablaggio “virtuale”. Il concetto di Reason parte da quello dei synth virtuali in grado di essere suonati dal proprio sequencer in tempo reale attraverso una Master Keyboard collegata al computer. Si possono caricare tanti strumenti ed effetti quanti ne consente la configurazione del computer. In pratica: un mare di suoni!

E’ scontato dire che la versione base di Reason contiene una libreria base con il minimo di strumenti con i quali già è possibile comporre, queste librerie in reason vengono chiamate “refill”.
Di refill ne esistono veramente tanti e per le diverse esigenze musicali ed è importante dire la grande qualità dei campioni che solitamente sono usati da chi produce i vari refill.

Una caratteristica importante per reason 3.0 (già presente nelle passate versioni) è la modalità ReWire che permette il collegamento a Reason con altre piattaforme come Cubase o Nuendo ecc…, ciò permette una modalità di lavoro più ampia dato che si possono sfruttare i vst e i controlli via midi dei vari software per controllare Reason.
Nota di merito della casa produttrice di Reason è la capacità di far funzionare il software con poco utilizzo della CPU e di ottenere risultati notevoli grazie alla grande qualità audio dei vari refill.

Primo avvio di Reason 3.0
Al primo avvio di Reason 3.0 in default carica una demo-song che servirà a dare una panoramica sulle possibilità di questo software, ma l’utente che dovrà iniziare da zero dovrà aprire un nuovo progetto cliccando sul menu superiore: “file” e poi su “new” (ctrl+n).
Quello che apparirà sarà il nostro punto di partenza che è formato da I seguenti moduli: “Midi in device” , “MClass combinator”, “reMix” (mix 14:2).
Da notare che Reason collega i vari moduli con un cablaggio virtuale che può decidere l’utente oppure in automatico (Auto Routing), quindi dovremo per ora solo occuparci di andare a collegare I moduli ma se vogliamo dare una sbirciata a quello che succede dietro i nostri rack basta semplicemente premere il tasto “Tab” e vedere come sono collegati i vari moduli tra di loro.
(premere nuovamente “Tab” per ritornare alla visione frontale).

  • NOTA: in default all’avvio di reason carica la demo-song, per evitare questo ed impostare quale rack aprire cliccate su “edit” —> ”preference” nella casella default song potete decidere cosa far aprire, empty-rack: nessun rack caricato, built-in: impostazione di fabbrica, custom: potete schegliere un progetto da aprire

In basso all’interfaccia utente abbiamo il pannello che controlla le funzioni principali di Reason per controllare la nostra song, funziona come un vero e proprio lettore multimediale con i tasti play, stop ecc…
Nel dettaglio vediamo le singole funzioni:

 

Pagine: 1 2 3 4

Condividi Questo Articolo

User Profile

Dalle radici storiche della meravigliosa esperienza di VideoIn (www.videoin.org) nasce VideoMakers.net; un portale completamente nuovo sia nella grafica che nei contenuti, per offrire uno strumento di supporto a tutti gli appassionati videomakers. Lo Staff di VideoMakers.net è composto da Domenico Belardo "Mimmob", Rocco Caprella "Yarin VooDoo", Nunzio Trotta "Nuntro" e Maurizio Roman "Vighi".

User Name: VMStaff

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per iscriverti e restare sempre aggiornato su tutte le nostre novità è sufficiente inserire il tuo indirizzo email qui di seguito. Ti verrà inviata una mail per confermare la tua iscrizione.

Leggi l'informativa privacy


VideoMakers.net consiglia...
"Adobe After Effects CC - Il corso fondamentale"

Usa il codice promozionale specialeaftercc per applicare lo sconto del 54% sul prezzo del corso.