Fai Da Te (Ripresa)

Ξ 374 visualizzazioni Ξ I commenti sono disabilitati

[Ripresa] Supporto per Monopiede a tracolla

posted by Tiger

 

[Ripresa] Supporto per Monopiede a tracolla

Le piccole sporgenze sulla ghiera devono essere forate con una punta da 2mm e servono per introdurre gli anelli di aggancio alla cinghietta di sostegno.

[Ripresa] Supporto per Monopiede a tracolla

I piccoli anelli sono stati ricavati tagliando una spira da un molla e piegandoli leggermente per chiuderli.
Il lato del tubo libero deve essere tagliato a circa 10-12 cm: questa misura non è assoluta pertanto ognuno può allungarla o accorciarla a suo gradimento.
Questa parte deve essere chiusa; personalmente ho realizzato un piccolo tappo che poi è stato incollato debitamente sul lato opposto ala ghiera.
Prestare la massima attenzione all’incollaggio del tappo perché deve sostenere tutto il peso della cam e del monopiede.

Prima di verniciare il nostro tubo è necessario carteggiarlo accuratamente e se si desidera un lavoro accurato bisogna dare una spruzzata di primer perchè sulla plastica la vernice, se non specifica, presenta difficoltà di ancoraggio.
Per la finitura io ho usato quella in bombolette spray.

Bisogna ora reperire la staffa di supporto della cam.
Io ho preso una staffa di un vecchio lampeggiatore che si è adattata perfettamente allo scopo, inoltre questa staffa ha una scanalatura longitudinale che permette di adattare la posizione della cam allontanandola o avvicinandola al proprio occhio.
Questa tipo di staffa è facilmente reperibile come accessorio presso i migliori negozi di materiale fotografico.

Se non fosse reperibile è abbastanza facile da realizzare con una piattina di alluminio di circa 40 x 200 mm con spessore di 4-5 mm, materiale facilmente reperibile nei negozi Fai da Te oppure prelevandolo da quelle stecche che fungono da contrappeso nelle tende a pannello.
Se siamo nell’ impossibilità di praticare la cava longitudinale possiamo eseguire una serie di fori di adattamento che possibilmente andranno filettati con il medesimo passo della vite che trattiene la cam: questo, anche se non strettamente necessario ci evita il rischio di smarrire la vite.

Tutte le cam o macchine fotografiche hanno il foro filettato di aggancio con passo Whitworth e di conseguenza per filettare da 1/4” il foro deve avere un diametro di 5mm mentre per 3/8” deve essere di 7,9mm (8mm).
Non tentate di usare viti con passo metrico perché logicamente rovinereste il filetto della cam che nella maggioranza è di alluminio.
Alla staffa si avvita il monopiede, che ha una filettatura anche lui di 1/4” oppure 3/8”.

Il monopiede può essere allungato in modo da poter regolare la posizione in altezza della cam riferita all’ occhio dell’ operatore.
Se la staffa è stata autocostruita sarebbe meglio rinforzare il punto di attacco tra il monopiede e la staffa perche uno spessore di 4-5mm è un po piccolo: mettete eventualmente un controdado.
Esistono in commercio adattatori tra i due passi ma non tra metrico e Whitworth.
Come monopiede può essere usato anche uno stelo di un cavalletto ormai in disuso opportunamente modificato, comunque la robustezza deve essere proporzionata al peso della cam

Un cinturino, una tracolla o al limite in caso di estrema necessità una corda completano il nostro lavoro.

[Ripresa] Supporto per Monopiede a tracolla

[Ripresa] Supporto per Monopiede a tracolla

Durante l’ impiego la mano destra, per motivi di sicurezza, deve essere postata come indicato nelle precedenti immagini: non fidarsi a lasciare a la mano libera cioè senza il cinturino che tutte le cam hanno in dotazione.

L’utilità di questo semplice ma comodo accessorio, oltre a garantire una buona stabilità, impiegando anche focali molto lunghe, è che lascia completamente libera la mano sinistra in modo che i bravi operatori possono regolare manualmente il fuoco, il diaframma, ecc.
E’ molto utile anche a chi ha problemi di assetto, cioè tende a pendere verso destra o sinistra inquanto ne limita questo spostamento.
Togliendolo dal supporto il monopiede diventa uno stabile sistema di ripresa e che, se necessario, allungandolo al massimo si possono realizzare delle efficaci e spettacolari riprese dall’alto: sicuramente chi guarderà i nostri filmati apprezzerà la stabilità è migliorata.

Logicamente questa è solo una idea che ognuno potrà personalizzare come riterrà opportuno.
Buona sperimentazione!

Pagine: 1 2

Condividi Questo Articolo

User Profile

User Name: Tiger

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per iscriverti e restare sempre aggiornato su tutte le nostre novità è sufficiente inserire il tuo indirizzo email qui di seguito. Ti verrà inviata una mail per confermare la tua iscrizione.

Video