Apple Shake

Ξ 175 visualizzazioni Ξ I commenti sono disabilitati

[Shake] Nodo ROTOSHAPE (Rotoscoping) – Parte 2

posted by briciola.bixio

Dopo la parte 1, prosegue il viaggio alla scoperta dello strumento di Rotoscoping di Apple Shake.

Con il Nodo ROTOSHAPE è disponibile anche uno strumento che permette di compiere contemporaneamente l’insieme di più operazioni di modifica così da evitare di utilizzare (legare) altri nodi (MOVE, ROTATE, SCALE).
Occorre tenere sempre presente che tali modifiche non agiscono in modo selettivo sulle singole tracce, ma vengono applicate contemporaneamente a tutte le tracce presenti nella finestra di visualizzazione.
La selezione di questo strumento avviene tramite l’iconcina a forma di mirino (indicata dal puntatore del mouse nello screenshot sottostante).

[Shake] Nodo ROTOSHAPE (Rotoscoping) - Parte 2

Tutte le operazioni, si possono svolgere direttamente con il mouse nella finestra Viewer, agendo sui punti di manovra offerti in genere da tutti gli strumenti di modifica.
Ad esempio, per ruotare, basta posizionare il mouse sul cerchio (quello al centro di colore blu in questo caso) e muovere verso destra o verso sinistra.

[Shake] Nodo ROTOSHAPE (Rotoscoping) - Parte 2

Se intendiamo limitare i possibili spostamenti delle tracce con il mouse, basta selezionare l’iconcina con le quattro frecce (evidenziata dal puntatore nello screenshot sottostante).

[Shake] Nodo ROTOSHAPE (Rotoscoping) - Parte 2

Quando l’iconcina mostra graficamente quattro frecce, (opzione di default) questo ci permette di muovere con il mouse, nella finestra Viewer, la traccia in tutti i possibili versi: destra, sinistra, sopra, sotto.

Facendo clic con il mouse su di essa si selezionano altri due stati:

  • Spostamento solo in verticale.
  • Spostamento solo in orizzontale.
  • ANIMARE LE TRACCE (O SELEZIONI) DEL ROTOSHAPE CON LE CHIAVI DI ANIMAZIONE.
    La chiave di animazione principale è quella che permette di memorizzare tutto ciò che avviene nella finestra viewer (l’iconcina è indicata nello screenshot sottostante) ed è una comune chiave di animazione che memorizza le modifiche e l’istante di tempo in cui queste avvengono.

    [Shake] Nodo ROTOSHAPE (Rotoscoping) - Parte 2

    Abilitando questa chiave si ha intenzione di operare direttamente nella finestra Viewer utilizzando per gran parte del tempo soltanto il mouse (è possibile comunque digitare i valori di trasformazione e quindi essere più precisi anche usando questa chiave).
    Con questo strumento si può approntare velocemente una bozza che ci dia una prima visione d’insieme dell’animazione, a cui far seguire una successiva rifinitura operando per ogni singola variabile di modifica.
    Ovviamente è sempre possibile creare le chiavi utilizzando l’opzione creazione chiavi/variabile disponibile per ogni nodo nello spazio Parameters.
    Quando intendiamo operare modifiche ad una traccia nel tempo, dobbiamo poter avere la possibilità di memorizzare tali modifiche negli istanti di tempo in cui esse avvengono.
    Questo lo facciamo selezionando questa chiave di animazione principale o le singole chiavi di animazione presenti nello spazio Parameters.

    Nella pratica:

    • con il mouse si trascina la barra tempo/fotogramma (sempre visibile in basso nell’interfaccia di Shake) nell’istante di tempo desiderato (per modificare il tempo con maggiore precisione basta digitare il relativo valore in una delle piccole finestrine presenti affianco alla barra Tempo/Fotogramma);
    • si applica la modifica che può essere di qualsiasi tipo, rotazione, movimento, ridimensionamento, applicazione di filtri, modifica ai colori, etc… (avendo attivato la chiave principale, saranno creati automaticamente i fotogrammi chiave e quindi memorizzate le modifiche nell’istante di tempo in cui sono avvenute).

    Questi fotogrammi chiave, una volta creati, sono facilmente individuabili in quanto vengono impressi graficamente nella barra fotogramma (sono quelle frecce rovesciate che osservate nello screenshot successivo).

    [Shake] Nodo ROTOSHAPE (Rotoscoping) - Parte 2

    La stessa cosa usando le chiavi per singole variabili dallo spazio Parameters, anche se è leggermente diverso il modo di operare.

    Pagine: 1 2 3 4 5 6 7

    Condividi Questo Articolo

    User Profile

    User Name: briciola.bixio

    Iscriviti alla nostra Newsletter

    Iscriviti alla nostra Newsletter

    Per iscriverti e restare sempre aggiornato su tutte le nostre novità è sufficiente inserire il tuo indirizzo email qui di seguito. Ti verrà inviata una mail per confermare la tua iscrizione.

    Leggi l'informativa privacy


    VideoMakers.net consiglia...
    "Adobe After Effects CC - Il corso fondamentale"

    Usa il codice promozionale specialeaftercc per applicare lo sconto del 54% sul prezzo del corso.