Apple Shake

Ξ 187 visualizzazioni Ξ I commenti sono disabilitati

[Shake] Nodo ROTOSHAPE (Rotoscoping) – Parte 2

posted by briciola.bixio

Lo screenshot successivo, invece, mostra il risultato e sintetizza le operazioni graficamente.

[Shake] Nodo ROTOSHAPE (Rotoscoping) - Parte 2

Nel tutorial precedente (creazione di occhiali ed utilizzo di una maschera con un’immagine per simulare un riflesso) abbiamo detto che si può dare spessore alle tracce create utilizzando il ROTOSHAPE ed i nodi disponibili in Apple Shake.
Nello screenshot che segue si può notare quanto sia semplice e pratico utilizzare punti e tangenti delle tracce per creare delle sagome precise.
In pratica basta creare una traccia (in questo caso a forma di occhiale) a cui applicare una combinazione di filtri per dare spessore ed un effetto di cromatura alla montatura, mentre per simulare il riflesso della lente basta usare una maschera con una immagine di sfondo.

[Shake] Nodo ROTOSHAPE (Rotoscoping) - Parte 2

Nello screenshot seguente è visualizzato l’ordine esatto dei flusso di legaggio ed i nodi utilizzati.
Prendendo come campione il particolare ordine di disposizione dei nodi ed i filtri utilizzati per creare lo spessore potete iniziare a sperimentare anche voi.

[Shake] Nodo ROTOSHAPE (Rotoscoping) - Parte 2

Al primo nodo immagine è legato un Nodo BLUR mentre al Nodo ROTOSHAPE è stato legato qualche nodo filtro; infine ho legato tutti (compreso una copia del nodo immagine che servirà o da riflesso, come in questo caso, o da sfondo, come vedrete avanti) ad Nodo KEYMIX, il quale filtra i due contributi attraverso il tracciato centrale.
Come noterete in questo primo caso, il Nodo ROTOSHAPE (rinominato RotoOCCHIALI2) è legato come maschera diretta dell’immagine (legaggio indicato dal puntatore del mouse nello screenshot precedente).

Se si osserva lo screenshot successivo, il Nodo ROTOSHAPE è legato direttamente passando per il punto controllo (legato al controllo Nodo M) del Nodo BLUR (sotto di un Livello rispetto al nodo immagine).
Questo mi è servito per circoscrivere l’effetto senza influenzare l’intera l’immagine finale (nello screenshot è indicato dal puntatore).

[Shake] Nodo ROTOSHAPE (Rotoscoping) - Parte 2

In questo caso è anche volutamente variato l’ordine di IN (di entrata) nel nodo KEYMIX (in pratica così inverto la sovrapposizione della Maschera) per poter visualizzare la composizione di immagine successiva.
In questo caso, legando il ROTOSHAPE (il tracciato a forma di occhiale) con il filo digitale passando per M al nodo RBLUR (restituendo a questo parte del Rotoshape) posso ottenere effetti di riflesso molto più distorti nella lente (notate nello screenshot successivo l’effetto del nuovo riflesso).

[Shake] Nodo ROTOSHAPE (Rotoscoping) - Parte 2

Ovviamente non ho provveduto alla mascheratura dello sfondo (che in effetti è ancora il riflesso della lente) per evidenziare in contrasto con esso (l’effetto di sfocato è ottenuto dal legaggio tra Rotoshape e filtro Rblur).
Capirete, da questi semplici esempi, che le possibilità con questo tipo di legaggio sono infinite soprattutto grazie alle possibili combinazioni di Controllo/Risultato, Filtri/Rotoshape, etc. (ricordo anche che il range di valori raggiungibili è molto elevato con Apple Shake).

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7

Condividi Questo Articolo

User Profile

User Name: briciola.bixio

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per iscriverti e restare sempre aggiornato su tutte le nostre novità è sufficiente inserire il tuo indirizzo email qui di seguito. Ti verrà inviata una mail per confermare la tua iscrizione.

Leggi l'informativa privacy


VideoMakers.net consiglia...
"Adobe After Effects CC - Il corso fondamentale"

Usa il codice promozionale specialeaftercc per applicare lo sconto del 54% sul prezzo del corso.