VirtulDub

Ξ 184 visualizzazioni Ξ I commenti sono disabilitati

[VirtualDub] Blending Effects

posted by moebius64

Un saluto a tutti i Videomakers!

Virtualdub è il nostro “Coltellino Svizzero”, ricco di filtri, funzioni varie (ricompressioni, profondità colore, ecc..) che possono risultare a volte indispensabili, tenuto conto che il programma è: Multi-piattaforma ed Opensource, quindi Free.
Una delle limitazioni di Virtualdub è quella di non possedere una vera e propria “timeline” ma solo una barra temporale relativa al filmato caricato, per cui non è possibile effettuare operazioni di montaggio complesse ma solo applicare effetti (filtri) o tagliare parti di filmato.

Un altra limitazione di Virtualdub era quella di non poter gestire temporalmente variazioni dell’effetto, il software, infatti, manteneva il valore impostato per tutta la durata del video.
Nelle vecchie versioni esisteva come “tampone” il filtro Conditional, creato dal programmatore Dmitri Schamschurko, che permetteva di impostare delle condizioni, appunto, per l’applicazione dei filtri.
Oggi con le nuove versioni il filtro risulta incompatibile ed inoltre non è più reperibile in rete.
Per ovviare a questa mancanza gli sviluppatori di Virtualdub hanno introdotto una nuova funzione nel programma chiamata Blend.

In pratica questa funzione consente di applicare (e, naturalmente, modificare tramite un pratico curve editor) una curva d’opacità ad un filtro.
Vediamo come procedere.

Carichiamo un video in Virtualdub, quindi impostiamo le visualizzazioni al 33% per il sorgente ed al 50% per l’output.
Il video usato per la prova è in formato 16:9 square pixel con risoluzione 1024×576 e compresso con codec HuffYUV per una lunghezza complessiva di 313 frames.
Applichiamo un filtro.

(Una piccola nota sui filtri: all’indirizzo http://neuron2.net/ troverete una intera pagina web con i link al download diretto o alle pagine web dei filtri più conosciuti. Particolare segnalazione merita il sito di Emiliano Ferrari sviluppatore italiano che ha creato decine di filtri di notevole utilità).

Nell’esempio ho usato il suo filtro “Brightness/contrast”.
Selezioniamo ora dal menu “Video->Filters->Add” e scegliamo “Brightness/contrast“ (di Emiliano Ferrari) ed impostiamo il valore 40,6% per brightness e un 140,6% per contrast.


Add filters

Diamo Ok e il risultato che otterremo è quello mostrato in figura


Il video dopo l’applicazione dell’ effetto

Se proviamo a scorrere il cursore noteremo che l’effetto è stato applicato al video per la sua intera durata, ma noi vogliamo invece far partire l’effetto dal frame 100 e fare in modo che gradualmente raggiunga il massimo valore al frame 150, per poi annullarsi al frame 200.
Torniamo alla finestra di elenco dei filtri.
Selezioniamo il nostro filtro e premiamo il tasto “Blend”, l’ultimo in basso, che ora è selezionabile.
Noteremo che nella finestra accanto ai valori dell’effetto è comparsa una [B], come si può vedere in figura, ad indicarci che per questo effetto è possibile ora il “blending”.


L’effetto con il blending attivo

Adesso andiamo su “View->Curve editor”.
Si aprirà un tab con una scala graduata con l’indicazione dei frames.


Il Curve editor

Facciamo scorrere il cursore e la scala si muoverà insieme al cursore: raggiungiamo il frame 100.
La scala avrà il frame 100 esattamente alla metà della finestra, evidenziato da una striscia rossa.
Facciamo click tenendo premuto il tasto SHIFT in corrispondenza della linea gialla in basso, il cursore mostra un “+” e nel punto da noi prescelto apparirà un pallino rosso che indica il nostro primo keyframe, che avrà valore 0.


Il keyframe da noi creato

Ora spostiamoci al frame 150 e ripetiamo l’operazione cliccando però sulla striscia grigia in alto (valore max).
Si creerà automaticamente una curva che, partendo dal frame 0, raggiungerà il frame 150.

Se adesso con il mouse spostiamo il cursore avanti ed indietro noteremo che l’effetto inizia al frame 100 e gradualmente aumenta, fino a raggiungere il valore da noi impostato.
Adesso portiamoci al frame 200 e ripetiamo l’operazione: la linea retta si trasformerà in una curva vera e propria.


La opacity curve

Usando la combinazione Click+SHIFT in un punto qualsiasi della curva si aggiungerà un ulteriore keyframe che può essere variato nell’asse x (opacity) o y (frames), chiaramente al suo variare anche l’envelope della curva si modificherà.


Modifica dei keyframes della opacity curve.

Adesso vedremo come gestire l’applicazione composita di 2 effetti e come applicare due valori distinti di uno stesso effetto.
Abbiamo appena visto come applicare e gestire il blending su un video, poniamo ora il caso di voler applicare, ad esempio, una diversa Correzione Colore: dal frame 1 al frame 150 Seppia, dal frame 151 al frame 250 il colore originale, dal frame 250 al 313 un “gray blue”.
Senza l’ausilio della funzione di blending sarebbe stato pressoché impossibile da realizzare con Virtualdub.
Vediamo invece come fare.

Applichiamo 2 volte il filtro “Colorize” del nostro Ferrari ed impostiamo la prima volta il preset seppia, la seconda volta il preset gray blue.
Se lasciassimo così Virtualdub, che segue un ordine gerarchico di applicazione dei filtri, imposterebbe solo il filtro applicato per ultimo, quindi nel nostro caso il grayblue.
Attiviamo invece il blending per entrambi i filtri: dovremmo avere una situazione come in figura.


Applicazione del blending

Ora andiamo sul curve editor e la casellina di controllo ci mostrerà entrambi gli effetti, numerandoli da 1 a 2.


La opacity curve dei due effetti

Il filtro 1 corrisponde al filtro più in alto e così via.
Adesso possiamo impostare i nostri keyframes selezionando i valori desiderati.
Ancora non abbiamo però completato le nostre operazioni, infatti quello che noi abbiamo ottenuto sono due curve lineari che fanno sì che il raggiungimento dell’effetto avvenga in modo graduale ma, se per il seppia ci va bene, per il gray blue noi avremmo il max effetto alla fine del video.
Click+SHIFT quindi sul frame 260 con valore max: la curva diventerà più ripida e raggiungeremo il max effetto in soli 10 frames.

Possiamo quindi sbizzarrirci ad applicare effetti vari, tenendo presente però che effetti come il “Resize” e i vari effetti di crop non possono essere gestiti dal blending.

Per ultimo un rapido elenco dei “comandi” che possiamo usare con il mouse sul Curve Editor:

SHIFT+Tasto sx = Aggiungi un punto;
CONTROL+Tasto sx = Cancella un punto;
SHIFT+Tasto dx = Trasforma la curva in una linea retta;
Tenendo premuto il tasto dx e spostando il mouse si sposta anche il punto selezionato.

Condividi Questo Articolo

User Profile

A 11 anni il primo incontro con la musica, le prime esperienze musicali con i gruppi filarmonici dei paesi vicini, poi a 18 anni prima la chitarra e poi il basso, i primi gruppetti rock/new age, una partecipazione in studio con un artista locale. Il cinema da sempre ha avuto un posto di rilievo, grande preferenza per il cinema horror/thriller/action , registi preferiti Tarantino, Raimi ed il grande Alfred.

User Name: moebius64

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per iscriverti e restare sempre aggiornato su tutte le nostre novità è sufficiente inserire il tuo indirizzo email qui di seguito. Ti verrà inviata una mail per confermare la tua iscrizione.

Leggi l'informativa privacy


VideoMakers.net consiglia...
"Adobe After Effects CC - Il corso fondamentale"

Usa il codice promozionale specialeaftercc per applicare lo sconto del 54% sul prezzo del corso.