Ξ 132 visualizzazioni Ξ I commenti sono disabilitati

VideoMakers.net incontra Gianluca Salerno

posted by VMStaff

VideoMakers.net incontra Gianluca Salerno “Lukasan” per conoscerlo meglio e saperne di più sul suo lavoro, in particolare per il suo apporto e la sua esperienza nella realizzazione di “Ötzi e il mistero del tempo”, il nuovo film diretto da Gabriele Pignotta, una produzione One More Pictures e Rai Cinema.

Videomakers.net: Chi è Gianluca Salerno? Parlaci un po’ di te

Gianluca Salerno: Sono nato a Palermo, da sempre un appassionato di cinema, musica e disegno. Mangiavo manga e anime a colazione e, dopo scuola, passavo ore con l’amata Amiga 500; è su questa che ho, in qualche modo, iniziato l’approccio al compositing con lo storico Deluxe Paint. A parte la passione per la tecnologia, ho suonato per diversi anni la mia amata chitarra elettrica in un gruppo metal-core, non sono propriamente uno sportivo, ma ho scoperto l’amore per l’arrampicata, che mi mette a contatto con la natura e con me stesso.

Gianluca Salerno

Gianluca Salerno

VM.net: Hai fatto studi specifici o sei autodidatta?

G.S.: Come accennavo, intorno ai 13 anni era scattato un amore precoce per il compositing con Deluxe Paint, un software avveniristico, per quei tempi, che girava su Commodore Amiga e che permetteva di fare davvero tutto, un misto tra After Effects e Photoshop!
All’università ho studiato musica e cinema per qualche anno, ma ho imparato il compositing da autodidatta: nel 2006 ho iniziato a studiare After Effects, intorno al 2009 sono passato a Nuke.

VM.net: Raccontaci il tuo percorso come VFX Supervisor.

G.S.: Ho iniziato come compositor nel 2007. Il primo incarico da VFX Supervisor vero e proprio (prima ero stato sul set per alcune fiction e miniserie tv) mi è stato assegnato  durante le riprese de “Il tredicesimo apostolo” prima stagione, della Tao Due. Dopo essere stato affiancato i primi giorni, ho poi imparato a muovermi sul set e a conoscere il lavoro di chi ti circonda: macchinisti, attrezzisti ed elettricisti, il d.o.p. e il regista. Le cineprese poi le vedo come gioielli e cerco sempre di studiare i “paper” di quelle che vengono utilizzate sul set per approfondirne le specifiche e la color science su cui si basano.
Tra le supervisioni che ricordo con particolare affetto ci sono l’opera prima di Daniele Ciprì “É stato il figlio” nel 2012 e “The Games Maker” (VFX Sup. Italia) nel 2013 per la Buena Vista International.

Gianluca Salerno - Ă–tzi e il mistero del tempo

Ă–tzi e il mistero del tempo – Gelica

Gianluca Salerno - Ă–tzi e il mistero del tempo

Ă–tzi e il mistero del tempo – Morphing

VM.net: Nello specifico, qual’è il ruolo del VFX Supervisor.

G.S.: Nel migliore dei casi il mio lavoro inizia prendendo parte alla pianificazione degli shot che prevedono interventi digitali, per dare elementi preziosi al regista, al direttore della fotografia, scenografo, stunt coordinator, ecc., in sostanza per trovare una quadra sulla realizzazione tecnica e artistica: questa è una fase fondamentale. Successivamente lavoro con il/la Vfx producer con cui decido tempi, tecniche e risorse da impiegare, oltre che per stimare il budget.
Devo poi cercare di far rispettare le scelte concordate sul set, dove non ci si ferma mai; seguo con attenzione anche  gli shot che non mi riguardano: gli errori sono sempre dietro l’angolo e il “lo sistemiamo in post” non manca mai! Eseguo fotogrammetria, foto per riferimenti e texture, HDR, misurazioni e dati tecnici di vario genere che so mi serviranno successivamente. Supervisiono il compositing in studio e preparo layout, precomp per il look, e matchmoving e comp per gli shot più complessi. Cerco di trattare il materiale girato più delicatamente che posso e mi assicuro che la color pipeline sia rispettata sempre, dalle transcodifiche fino alla color correction.

VM.net: Che attrezzatura utilizzi e quali software?

G.S.: Sul set porto sempre con me la mia reflex, la x-rite colorchecker e gaffer.  Il mio software di riferimento è Nuke, programma che adoro,  ma mi capita di utilizzare anche After Effects, con il quale ho anche iniziato. Per la fotogrammetria utilizzo Reality Capture e per il matchmoving PFTrack. Poi mi è capitato di utilizzare decine di software per 3D, sculpting, color correction, conforming, ecc., un po’ di tutto insomma.

VM.net: Sei un “One-Man Band” o ti appoggi a collaboratori?

G.S.: Capita a volte che affianchi un aiuto sul set, specialmente quando seguo piĂą lavori contemporaneamente, qualcuno di fiducia che mi possa supportare in momenti dove servono piĂą occhi ed energie o in mia assenza.

Gianluca Salerno - Ă–tzi e il mistero del tempo

Ă–tzi e il mistero del tempo – Aurora

Gianluca Salerno - Ă–tzi e il mistero del tempo

Ă–tzi e il mistero del tempo – Demummificazione

VM.net: “Otzi e il mistero del tempo”, film dal tipico stampo “Made in USA”…

G.S.: Grazie, lo prendo come un complimento! Posso dire che tutto ha contribuito a tenere un livello cinematografico alto, nessuno escluso, dalla sceneggiatura, la fotografia, la regia e i bravissimi attori. Inoltre la scelta di girare in lingua inglese di certo ha fatto la differenza, dando un leggero senso di estraniamento guardandolo doppiato e lasciando aperte le porte al mercato internazionale.
Le location sono da urlo e non posso negare che sia stato davvero faticoso stare in alta montagna con il vento sparato che tagliava la faccia, tanto che ne ha giovato di certo l’acting!

VM.net: Raccontati la tua esperienza in “One More Pictures”, società di produzione romana.

G.S.: Dello stesso gruppo della One More Pictures fa parte la Direct2Brain (D2B), società di post di cui attualmente sono il VFX Supervisor, ho dunque lavorato a tutti i suoi tre lungometraggi (che oltretutto personalmente mi piacciono) e alla maggior parte delle produzioni. A Manuela Cacciamani (CEO di One More insieme a Gennaro Coppola) riconosco e apprezzo assolutamente il coraggio nell’affrontare questo tipo di produzioni e il suo amore per il cinema di genere che di certo condivido.
Grazie anche a Gennaro Coppola ho potuto sfruttare le mie conoscenza in ambito VR creando contenuti per la fruizione in realtà virtuale. Lavoro sempre con team che rispetto e apprezzo, e questo non è da sottovalutare.
Durante la lavorazione di Ötzi ho anche avuto la possibilità di partecipare in prima persona ad alcune scelte registiche e di storia durante la collaborazione con lo sceneggiatore Giacomo Martelli, come la decisione di velocizzare Gelica (la “villain”) e la scena di  Ötzi che impara a leggere con le letterine che si staccano dal libro.

Gianluca Salerno - Ă–tzi e il mistero del tempo

Ă–tzi e il mistero del tempo – Ă–tzi che impara a leggere

Gianluca Salerno - Ă–tzi e il mistero del tempo

Ă–tzi e il mistero del tempo – Kip Sciamano

VM.net: Grazie Gianluca per il tuo tempo, un’ultima battuta per i nostri utenti?

G.S.: Grazie mille a voi per l’interesse! Sono anche io un utente di vecchia data, il mio primo lavoro l’ho postato proprio sul forum di VideoMakers.net. A tutti posso dire, da appassionato e “smanettone”, di coltivare la passione e farla crescere, provare tutto e attingere dalle discipline piĂą disparate…poi sperimentare tanto! Il compositing abbraccia davvero tanta roba. Ci si diverte, ma si lavora anche duramente (molto) e seriamente. Quindi un “computerino”, una videocamera e via…

Il portale www.videomakers.net non è responsabile delle dichiarazioni, delle informazioni e dei dati riportati nelle interviste, schede di approfondimento pubblicate sul sito. La responsabilità è riconducibile unicamente ai soggetti intervistati in queste pagine.
Il portale non effettua un controllo sulla veridicità dei dati e delle informazioni riportate e declina ogni responsabilità a riguardo. www.videomakers.net  cercherà in tutti i modi di evitare la pubblicazione in rete di informazioni erronee ed affermazioni che possano in alcun modo essere considerate lesive di diritti di terzi; la responsabilità di esse resta comunque pienamente a carico degli autori degli specifici contributi eventualmente individuati. Nessuna responsabilità può essere attribuita a www.videomakers.net in caso di diffusione di materiali, dati, informazioni, dichiarazioni, omissioni considerate erronee o in qualche modo implicate in illeciti di varia natura.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per iscriverti e restare sempre aggiornato su tutte le nostre novità è sufficiente inserire il tuo indirizzo email qui di seguito. Ti verrà inviata una mail per confermare la tua iscrizione.

Leggi l'informativa privacy


VideoMakers.net consiglia...
"Adobe Premiere Pro CC - Il corso fondamentale"

Usa il codice promozionale specialepremiereprocc per applicare lo sconto del 50% sul prezzo del corso.