Concetti Base Montaggio VideoTecnica

Ξ 2.374 visualizzazioni Ξ I commenti sono disabilitati

Come realizzare un TimeLapse (Parte 1)

posted by VMStaff

I Settaggi

Per quanto riguarda i settaggi della macchina fotografica, il consiglio è quello di impostare prima di tutto la messa a fuoco su manuale, poi dovrete controllare che il bilanciamento del bianco e la sensibilità del sensore (ISO) non siano impostati su automatico ed eventualmente scegliere la sensibilità più adatta in base alle condizioni di luce, senza esagerare con gli ISO alti per non rischiare di avere troppo “rumore” nelle vostre immagini, soprattutto con macchine di fascia medio/bassa: consigliato un valore tra i 200 e gli 800 ISO.

Come realizzare un TimeLapse

 

Successivamente dovrete impostare la vostra macchina in esposizione manuale in modo da lasciare invariati diaframma e tempo di otturazione tra uno scatto e l’altro, evitando, così, almeno in parte il fastidioso di sfarfallio luminoso chiamato “flickering”.
Trovate quindi il corretto bilanciamento tempi/diaframmi scattando qualche immagine di prova fino ad ottenere il risultato desiderato.

L’Intervallometro

In questa fase, oltre alla macchina fotografica e al cavalletto avrete bisogno di un intervallometro con il quale la macchina scatterà una serie di immagini ad intervalli regolari per un certo arco di tempo.
Molte macchine fotografiche, anche di fascia medio/bassa, dispongono oramai di un intervallometro interno con cui potrete impostare l’intervallo di scatto e la durata dell’intera ripresa, tuttavia occorre prestare attenzione in quanto, in alcuni modelli,  l’intervallometro interno permette di scattare solo 999 fotografie in sequenza. Nel caso in cui il vostro progetto preveda la cattura di più immagini questa soluzione si rivelerebbe poco adatta.

Come realizzare un TimeLapse

Come realizzare un TimeLapse

In alternativa potete acquistare un intervallometro esterno da collegare con un cavetto alla vostra macchina fotografica; questa seconda soluzione è sicuramente la più funzionale perché vi consente di gestire tutte le impostazioni senza dover toccare la macchina fotografica e quindi senza rischiare di muoverla o spostarla anche di poco.
In commercio se ne trovano di tanti tipi e di varie fasce di prezzo, occorre solo verificare che il modello scelto sia effettivamente compatibile con la vostra macchina fotografica.

In questi intervallometri esterni potrete impostare:

    • Ritardo iniziale (delay) espresso in ore, minuti, secondi: molto utile se posizionate ad esempio la vostra attrezzatura con un certo anticipo e desiderate però far scattare la macchina a partire da un certo orario;
    • Intervallo tra uno scatto e l’altro: è il parametro più importante e lo vedremo in dettaglio tra poco;
    • Numero totale delle foto da scattare: anche in questo caso talvolta alcuni modelli permettono di scattare al massimo 999 fotografie ma è possibile impostarlo su infinito scorrendo i numeri fino a quando non appaiono tre lineette ““.
    • Durata dello scatto: questo parametro serve per gli scatti in posa “BULB” che non vedremo in questo tutorial, quindi lasciatelo su zero.

Pagine: 1 2 3

Condividi Questo Articolo

User Profile

Dalle radici storiche della meravigliosa esperienza di VideoIn (www.videoin.org) nasce VideoMakers.net; un portale completamente nuovo sia nella grafica che nei contenuti, per offrire uno strumento di supporto a tutti gli appassionati videomakers. Lo Staff di VideoMakers.net è composto da Domenico Belardo "Mimmob", Rocco Caprella "Yarin VooDoo", Nunzio Trotta "Nuntro" e Maurizio Roman "Vighi".

User Name: VMStaff

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per iscriverti e restare sempre aggiornato su tutte le nostre novità è sufficiente inserire il tuo indirizzo email qui di seguito. Ti verrà inviata una mail per confermare la tua iscrizione.

Video